Enterite Cronica

L’enterite nel cane è una malattia molto frequente; si tratta di una patologia infiammatoria che afferisce all’apparato intestinale e causa notevoli fastidi all’animale. Si potrebbe pensare che l’enterite possa provocare uno sviluppo dei germi, ma in realtà è a causa dell’infezione che i germi trovano terreno fertile per svilupparsi.

Sintomi dell’enterite canina Tra i sintomi più frequenti di questo tipo di infezione ci sono la flatulenza, i rumori intestinali, ladiarrea cronica e, nei casi più gravi, anche infezioni causate da germi come l’Escherichia Coli che trovano terreno fertile a causa dell’infiammazione in atto. Se non viene curata tempestivamente l’enterite può cronicizzarsi rendendo problematica la risoluzione del problema.

Cause dell’enterite del cane L’enterite può essere causata da numerosi fattori, ma, attualmente la causa principale di questa fastidiosa infiammazione sono le intolleranze alimentari che, sempre più spesso, interessano anche i cani. L’intolleranza nel cane, a uno o più alimenti è diventata molto frequente ed è alla base della maggior parte dei casi di enterite canina. Il consumo da parte del cane di un alimento non tollerato provoca l’infiammazione dell’intestino che reagisce all’ingestione di sostanze ritenute tossiche con diarrea, flatulenze e gorgoglii intestinali.

Curare l’enterite nei cani In questi casi la prima cosa da fare è scoprire l’alimento che non viene tollerato dal cane ed eliminarlo dalla sua dieta. Un cambio di alimentazione rappresenta l’unica soluzione valida e risolutiva per i casi di enterite. In caso contrario l’infiammazione non verrà curata e l’enterite si trasformerà in enterite cronica con notevoli disagi e problemi per l’animale. Se nonostante il cambio di dieta il cane continua a presentare i sintomi dell’infezione o è soggetto a frequenti ricadute, allora, è consigliato rivolgersi a un veterinario per effettuare indagini più approfondite e scoprire la vera causa scatenante dell’infezione. Oltre all’alimentazione sbagliata, l’enterite può essere causata anche da batteri e germi che possono provocare un’infezione all’apparato intestinale con la conseguente comparsa della malattia. In questi casi il veterinario può ritenere necessario anche sottoporre l’animale ad una cura antibiotica per combattere l’infiammazione in corso.