"Sindrome della testa tremula"

Lunedì scorso, dal nulla, alle 07.30 del mattino Orazio ha cominciato a muovere la testa molto velocemente ed in maniera piuttosto ritmica da destra verso sinistra... Sul subito il panico stava prendendo il soprravento, non sapevo cosa fare, ho cominciato a pensare a mille cose: crisi epilettica, convulsioni, allergia... poi per fortuna mi é venuto in mente che sul forum avevo letto qualcosa in merito alla "sindrome della testa tremula" così mi sono collegata e, come sempre, il forum si é rivelato una fonte inesauribile di informazioni!!

Ecco qui la spiegazione di questa sindrome, postata da un iscritto al forum:

"Alcuni cani di razza, tra cui i nostri amati bulli, soffrono di una strana patologia che, putroppo, è poco conosciuta anche tra i veterinari. Se da un lato, per fortuna, questa patologia pare non avere nessun effetto negativo sulla salute dei nostri patatoni, proprio questo fatto comporta in totale disinteresse da parte delle case farmaceutiche e del mondo accademico: se non fa male non serve curare, e quindi nessuno se ne interessa. Purtroppo questa "ignoranza" fa si che alcuni vet possano scambiare questa sindrome (magari a causa di una descrizione non precisa da parte del padrone) per epilessia, mentre non ha nulla a che vedere con questa malattia. Questo sbaglio può comportare la prescrizione errata di farmaci anti epilessia, mentre non si tratta di epilessia, che possono avere spiacevoli effetti collaterali. Cerchiamo quindi di capire bene cosa sia la sindrome della testa tremula e come si manifesta.

In questo modo sapremo riconoscere un attacco di questa sindrome e non ci faremo prendere dal panico (cosa fondamentale!!!).

La prima volta che è successa al mio Otto, sia io che mia moglie ci siamo presi uno spavento inimmaginabile.

E' anche vero che Otto stava seguendo una cura di farmaci sperimentali, i cui effetti collaterali non erano ben conosciuti, e quindi quella volta abbiamo associato quei tremori alle medicine che prendeva. Il vet che ci seguiva e ci aveva prescritto la cura ci assicurò che sintomi simili non avevano nulla a che fare con i medicinali che Otto stava assumendo, così mi misi alla disperata ricerca di quante più informazioni possibili su questo problema. La sindrome della testa tremula si manifesta maggiormente quando il cane è in uno stato di dormiveglia (si sta per addormentare o si è appena svegliato). Inizia con un tremito su tutto il corpo, poi si concentra sulla testa. Questa inizia ad oscillare ritmicamente e lentamente, proprio come succede a una persona affetta dal morbo di Parkinson. Questo tremolio della testa continua anche se il cane si sveglia del tutto. Anzi, il cane è vigile, perfettamente sveglio, risponde al richiamo, risponde agli ordini, è perfettamente cosciente (cosa diversa dall'attacco epilettico).

Può camminare, muoversi normalmente. Ma la testa continua ad oscillare.  

Per questo motivo vi dico "NON FATEVI PRENDERE DAL PANICO!"

perchè non fareste altro che spaventare il vostro bullo, visto che lui probabilmente non si rende neppure conto che la sua testa sta oscillando!! E vedervi agitati senza motivo (per lui) potrebbe renderlo nervoso, agitato o spaventato.

Questi episodi possono durare diversi minuti (mediamente tra i 5 e 10 minuti).

E possono avere intensità variabile. Una volta mia moglie (io ero in ufficio) ha assistito a un attacco in cui Otto non riusciva a prendere in bocca neppure un biscottino. Di solito comunque non sono così forti. Per far si che l'attacco duri meno, per interromperlo, basta far concentrare il cane su qualcosa, in modo che riprenda completamente il controllo della muscolatura della testa. Qualcuno dice che un po' di zucchero aiuta a ridurre questo tremore.

Per farlo concentrare basta usare il suo gioco preferito oppure un biscottino che a lui piace molto. Fategli vedere il biscotto/gioco senza darglielo, e muovetelo davanti al suo musetto, facendo si che lui lo segua con lo sguardo. Piano piano la sua attenzione sarà tutta concentrata sul biscotto/gioco, e il tremore sparirà. A quel punto potete dargli il biscotto/gioco. E via di coccole!!!

Questo però serve solo a fronteggiare l'attacco che si sta manifestando. Prevenire questa sindrome è piuttosto facile.

Diversi allevatori suggeriscono di dare loro parmigiano o grana, formaggi ricchi di calcio.

Pare infatti che sia una mancanza di questa sostanza che provoca questa sindrome (alcuni dicono potassio invece del calcio).

In effetti il calcio (ma anche il potassio) è molto importante nella trasmissione di informazioni nell'apparato nervoso dei mammiferi. Quindi per prevenire è sufficente dare del grana o del parmigiano regolarmente (senza esagerare).

Questo va dato soprattutto nei periodi di stress, quando cioè è più probabile che la sindrome si manifesti. I momenti di stress possono essere moltissimi: cambi di stagione, interventi chirurgici, periodo di calore nelle femmine, un parto o una gravidanza, cambiamenti nelle abitudini in famiglia, arrivo o partenza di un membro della famiglia... insomma come vedete moltissime cose possono causare uno stress più o meno forte nei nostri cuccioloni. Non tutti i bulli, per fortuna, ne soffrono, e chi segue la prevenzione di solito non deve temere di affrontare nuovi attacchi"